Il Ferro

Il Ferro

Il Ferro

Il Ferro è un microelemento importante per la salute svolge, infatti, una funzione determinante nell’emoglobina dei globuli rossi, partecipando al trasporto dell’ossigeno e dell’anidride carbonica. Il ferro è essenziale per molti enzimi coinvolti nella produzione di energia e nel metabolismo. Una sua carenza può, quindi, risultare molto dannosa per l’organismo; oltre a favorire una stanchezza cronica può, infatti, porre le basi per lo sviluppo di disturbi gravi, come l’anemia sideropenica.

Le conseguenze della mancanza di ferro possono portare:

  • pallore della pelle
  • unghie fragili;
  • capelli fini e radi;
  • anemia e debolezza;

Le cause della carenza possono essere diverse: malassorbimento, gravidanza, malnutrizione, assunzione di farmaci ma molto spesso è dovuto ad una dieta non equilibrata. Nella dieta infatti bisogna considerare che:

  • Carne e pesce sono ricchi di ferro. Le carni in generale sono ottime fonti di ferro e di vitamina B12. Tra le fonti animali più ricche ricordiamo il fegato e le frattaglie in generale, il paté di pollo, le vongole. Vanno comunque bene anche pesci come merluzzo, tonno o salmone.
  • Anche le verdure contengono ferro, anche se in forma meno assimilabile. Tra le più ricche di ferro ricordiamo peperoni, spinaci ,carciofi e fiori di zucca. Per favorire l’assimilazione è bene abbinare la verdura a piatti proteici a base di carne; questo perché la cisteina contenuta nelle carni aumenta l’assorbimento di ferro non eme presente nei vegetali. Una valida alternativa è abbinare queste verdure ad altre ricche di vitamina C.
  • Anche i legumi sono ottime fonti di ferro. Per quanto il ferro dei legumi sia meno assimilabile di quello della carne, un loro consumo frequente può essere una valida alternativa. Tra i più ricchi ricordiamo le lenticchie, i fagioli secchi, i ceci e le fave. Anche prodotti come quinoa e amaranto sono ricchi di ferro e proteine.
  • Moderare il consumo di latticini. Il latte e i suoi derivati, infatti, sono alimenti ricchi di calcio, minerale che ostacola l’assorbimento intestinale di ferro.
  • Moderare il consumo di fibre, le quali possono limitare l’assorbimento di ferro. I cereali integrali, la crusca e, in generale, tutte le fibre o i prodotti che le contengono, riducono infatti l’assorbimento di ferro e altri nutrienti come le vitamine a livello intestinale.
  • Le erbe aromatiche sono ricche di ferro
  • Limitare il consumo di tè, caffè, vino perchè i tannini contenuti riducono l’assorbimento di ferro.
  • Se la dieta non è sufficiente si può aiutare la dieta con integratori specifici.