Acne: dieci consigli

Acne: dieci consigli

L’acne è una dermopatologia con evoluzione benigna e elevata diffusione che colpisce l’80% degli adolescenti di cui il 10% in modo severo; la maggior diffusione riguarda le popolazioni occidentali con una probabile familiarità con lo sviluppo della patologia. Ci sono differenze nei sessi con le donne che hanno una manifestazione precoce e un decorso lungo mentre per gli uomini la manifestazione è in pubertà, è spesso più severa che nelle donne ma è risolutiva dopo l’adolescenza.

L’acne si manifesta con una prima ostruzione del follicolo pilo-sebaceo, iperfroliferazione di cheratociti nel dotto e conseguente accumulo di sebo e cheratina che porta alla formazione di un comedone chiuso ( se comedone rimane aperto c’è formazione del punto nero per ossidazione delle componenti del comedone). L’ambiente occluso permette la crescita e la proliferazione del Propionibacterium acnes, un batterio normalmente presente sulla flora batterica cutanea ma che è responsabile poi del processo infiammatorio acneico con conseguenti lesioni che scompaiono senza lasciare traccia nei casi più lievi o si risolvono in cicatrici nei casi più gravi.

L’acne si differenzia in:

  • acne infiammatoria
  • acne non infiammatoria

con livelli di severità

  • lieve (lesione leggermente evidente)
  • moderata (lesioni facilmente evidenti)
  • severa (lesioni assai evidenti)
  • molto grave (lesionideturpanti)

Per l’acne non si può parlare di vera e propria cura ma di gestione e nei casi più gravi gli approcci al problema, oltre ai prodotti per uso topico, comprendono anche medicinali specifici orali e antibiotici che devono essere somministrati sotto controllo medico.

Piccoli consigli possono comunque aiutare in quella che è la gestione dell’acne:

  1. evitare di lavarsi troppo frequenteente
  2. utilizzare detergenti delicati non schiumogeni che non alterino il ph fisiologico della pelle(no acido citrico, glicolico, benzilico, mandelico)
  3. usare acqua tiepida
  4. temponarsi delicatamente
  5. make-up con prodotti specifici anticomedonici
  6. usare prodotti in polvere rispetto a preparazioni liquide e semisolide che spesso contrengono oli che possono occludere i pori
  7. maggiore quantità non corrisponde a maggiore efficacia; i prodotti ad uso topico vanno utilizzati realizzando uno strato sottile sulla pelle
  8. è importante seguire fedelmente gli schemi posologici
  9. per evitare ricadute non abbandonare mai del tutto la cura della pelle
  10. maggiore aderenza alla cura della pelle maggiore successo